Da CoopUp a Co?Tour (e ritorno): un viaggio tra le nuove forme di mutualità ai tempi della sharing economy

2015-12-10_Evento-Co-tour

Dove eravamo rimasti?

Ah, si: ci siamo salutati il 30 giugno scorso in occasione dell’ultimo appuntamento MrWolf della prima edizione di Coop Up Bologna.

In attesa di presentarvi Coop Up Bologna – Edizione 2016 vogliamo invitarvi a un evento che si terrà il prossimo 10 dicembre presso la Gabbia del Leone delle Serre dei Giardini Margherita.

L’evento, dal titolo Da CoopUp a Co?Tour (e ritorno): un viaggio tra le nuove forme di mutualità ai tempi della sharing economy vuole riflettere su come cambiano i modelli di business in relazione ai cambiamenti del mercato. Nell’epoca in cui la principale società di taxi al mondo [Uber] non possiede le auto e la più grande società di accoglienza e ospitalità [AirB&B] non possiede neppure un hotel, pensiamo che sia arrivato il momento di domandarsi quali sono i modelli di business che funzionano in questo nuovo mercato, chi sono gli attori che li rendono possibili, e soprattutto, come viene distribuito il valore prodotto.

Inizieremo alle ore 18 e interverranno:

  • Nicoletta Tranquillo [Kilowatt]: Come cambia la mutualità. Un viaggio nei territorio dell’Emilia Romagna
  • Francesca Battistoni, [Social Seed]: Dalla Sharing Economy all’Economia Collaborativa: l’impatto e le opportunità per il mondo cooperativo
  • Matteo Manzoni [Confcooperative Bologna]: presentazione del percorso CoopUp 2016 
  • Coordinamento Giovani Cooperativi OOP Bologna: Giovani cooperatori e la nuova mutualità
  • Matteo Bartolomeo [Avanzi], Bertram Niessen [Che Fare] e Roberta Franceschinelli [Fondazione Unipolis, responsabile del progetto Culturability]: nuovi modelli di business per la mutualità: open innovation, collaborazione e accelerazione 

Sarà l’occasione per presentarvi anche Co?Tour, il nuovo progetto promosso da ConfCooperative, un viaggio in Emilia Romagna alla scoperta delle nuove forme di mutualità, ai tempi della sharing economy e dell’innovazione sociale.

Nella regione in cui la cooperazione ha contribuito non solo allo sviluppo economico locale, ma anche a definire una società e delle relazioni tra le persone, siamo andati in giro per i territori regionali, per comprendere e rappresentare le diverse declinazioni della condivisione, del mutuo aiuto, della cooperazione e dell’ibridazione organizzativa per capire qual è la dimensione cooperativa odierna.

Co?Tour è un’esplorazione che ha l’obiettivo di creare relazioni ed occasioni di incontro, di proporre una mutualità fatta di relazioni virtuose, di porre il seme di un’ibridazione possibile tra i nuovi soggetti emergenti e i settori più tradizionali. Si sviluppa in due fasi: 1) una analisi per individuare e mappare le realtà, cooperative e non, che adottano pratiche di mutualità innovativa, o in qualche modo afferenti al concetto di sharing economy e di redistribuzione del valore; 2) un tour vero e proprio, che prevede nove eventi nei capoluoghi di provincia in cui le realtà mappate potranno incontrarsi per discutere delle buone pratiche adottate, gettando le basi per un’eventuale ibridazione tra i nuovi soggetti emergenti e il settore tradizionale [la prima tappa del tour si è tenuta lo scorso 18 settembre a Piacenza].

Vi invitiamo a partecipare e a raccontarci la vostra visione della mutualità!

Vi chiediamo di confermare la vostra presenza compilando questo modulo.

Per informazioni, scriveteci a coopupbo@confcooperative.it

Vi aspettiamo.

Per chi non sapesse di cosa parliamo, CoopUp Bologna è il percorso di incubazione di ConfCooperative, sviluppatosi nella prima edizione da marzo a giugno 2015: un percorso alternativo, partito non dalla condivisione di uno spazio ma dalla costruzione di una community, gestita e coordinata da Kilowatt.

L’incubazione prevedeva un percorso di mentorship personalizzato per le diverse startup che hanno aderito, su temi legati all’avvio di una impresa e 5 appuntamento periodici, chiamati MrWolf – dal celebre personaggio di Pulp Fiction, ovvero colui che risolve i problemi – durante i quali la community che ruotava attorno al progetto si è incontrata per discutere e confrontarsi su value proposition, business model canvas, piano economico- finanziario, governanceopportunità finanziarie e strumenti di accesso al credito) e analizzare – insieme a mentor invitati per l’occasione, in una sorta di brainstorming collettivo – ogni volta una startup o società cooperativa diversa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *